Giovedì 14 Ottobre 2021
13 ottobre 2021

Mercoledì 13 ottobre, nel giorno dedicato alla commemorazione delle vittime, la Procura della Repubblica di Bologna ha consegnato all’Archivio di Stato i 170 faldoni contenti gli atti relativi all’indagine sui delitti commessi dalla cosiddetta “Banda della Uno Bianca”, l’organizzazione criminale che tra il 1987 e il 1994 ha insanguinato Bologna, la Romagna e le Marche, con 24 morti e oltre 100 feriti.
 
I documenti della Procura, a cui si aggiungeranno a breve gli atti relativi alla celebrazione del processo versati dal Tribunale di Bologna, saranno interessati da un progetto di riordino, restauro, schedatura e digitalizzazione, che si avvale del sostegno della Regione Emilia-Romagna e dell’apporto scientifico dell’Archivio di Stato di Bologna.
La cerimonia di consegna della documentazione si è svolta presso la sede dell’Archivio di Stato di Bologna, alla presenza del procuratore della Repubblica Giuseppe Amato, della direttrice dell’Archivio di Stato Giovanna Giubbini, del presidente della Regione Stefano Bonaccini, del sindaco di Bologna Matteo Lepore, della presidente dell’Associazione vittime della Uno Bianca Rosanna Rossi Zecchi, e del presidente dell'associazione tra i familiari delle vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980 Paolo Bolognesi.​


>>> Tutte le carte della Uno Bianca consegnate per la digitalizzazione | la Repubblica Bologna
>>> Uno Bianca, gli atti saranno tutti digitalizzati: la memoria è salva | Corriere di Bologna
>>> Uno Bianca, al via la digitalizzazione degli atti di processuali | èTV Rete7