Immagine

Presso l'Archivio di Stato di Bologna è attivo un laboratorio di fotoriproduzione, che offre agli utenti la possibilità di avere copie digitali e stampe dei documenti.
Nato nei primi anni '50 del XX secolo, il laboratorio svolgeva inizialmente solo quello che a tutt'oggi viene denominato "servizio interno"; a partire dalla fine degli anni '80 venne introdotto il "servizio al pubblico" per la riproduzione di documenti su richiesta di terzi.
Oggi, abbandonati i supporti analogici, il laboratorio di fotorirpoduzione può avvalersi di una strumentazione completa per la realizzazione di immagini digitali: uno scanner piano, un planetario digitale, fotocamere digitali reflex adeguatamente accessoriate.

Orari del servizio


L'addetto al laboratorio di fotoriproduzione è a disposizione del pubblico nei seguenti orari:
MATTINO
dal lunedì al venerdì: dalle 10.00 alle 12.30
POMERIGGIO
lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì: dalle 14.00 alle 15.00; martedì: dalle 14.00 alle 17.00

Le variazioni nell'orario consueto sono indicate di volta in volta fra gli Avvisi.


Richieste


Per richiedere le riproduzioni del materiale archivistico occorre compilare l’apposito modulo, disponibile in sala di studio e provvedere al pagamento anticipato delle relative spese, il cui importo è determinato sulla base del tariffario ministeriale in vigore.
Le richieste possono essere presentate solo per motivi di studio e per uso strettamente personale. Per ogni diverso utilizzo è indispensabile un'apposita autorizzazione o concessione, il cui rilascio è sottoposto a precise clausole e condizioni e subordinato al pagamento di specifici corrispettivi, oltre che delle spese di fotoriproduzione.
È possibile richiedere riproduzioni del materiale archivistico anche per corrispondenza (as-bo@beniculturali.it), indicando esattamente la corretta segnatura e comunque tutti gli elementi necessari per l’identificazione dei documenti. L'Istituto provvederà a comunicare i costi ed il pagamento dovrà, anche in questo caso, essere effettuato anticipatamente.

In applicazione della Circolare n. 33 del 7 settembre 2017 della Direzione Generale Archivi (Riproduzione di documenti archivistici effettuata da privati con mezzi propri. Atto di indirizzo e di coordinamento delle attività degli uffici archivistici dipendenti), gli utenti della sala di studio potranno riprodurre gratuitamente con mezzi propri i documenti in consultazione, previa compilazione del nuovo modulo predisposto dal Ministero.

Autorizzazione a pubblicare

Una speciale autorizzazione è prevista qualora le riproduzioni siano destinate alla pubblicazione. Per ottenerla, dovrà essere presentata una richiesta, da compilare utilizzando l’apposito modulo e una marca da bollo per uso amministrativo (€ 16,00).
L'autorizzazione viene rilasciata in esenzione dal pagamento dei relativi diritti nei seguenti casi:

  • pubblicazioni con tiratura inferiore a 2.000 copie e prezzo di copertina inferiore a euro 77.47;
  • periodici di natura scientifica.

Negli altri casi, le norme vigenti prevedono un corrispettivo supplementare, pari a tre volte la tariffa per l’acquisto delle riproduzioni.
Le medesime disposizioni valgono anche per le edizioni elettroniche, per le quali si assume come parametro il prezzo d’acquisto della pubblicazione.

Modalità di pagamento

Le spese di riproduzione e/o i canoni di concessione, quando dovuti, devono essere saldati anticipatamente, all’atto della presentazione della domanda.
Il pagamento dall’Italia può essere effettuato:

  1. in contanti, presso il Laboratorio di fotoriproduzione, negli orari di apertura al pubblico
  2. tramite c/c postale n. 2444 su bollettino a tre sezioni intestato a: Tesoreria Provinciale Stato di Bologna, causale “ASBO, diritti di riproduzione, capo XXIX, cap. 2584, art. 3"
  3. tramite bonifico bancario. Gli elementi da indicare nella disposizione del bonifico sono:
    - IBAN: IT66K0100003245240029258403;
    - causale del versamento: "ASBO - diritti di riproduzione";
    - codice fiscale del versante;
    - per bonifici internazionali, il codice BIC necessario per l'instradamento del bonifico bancario nella rete SWIFT è: BITAITRRENT.

Per le modalità 2 e 3 a pagamento effettuato è necessario inviare all'Archivio di Stato di Bologna la ricevuta del pagamento in originale o mediante scansione all’indirizzo as-bo@beniculturali.it.



Responsabile del servizio, Diana Tura