Le norme in materia di trasparenza introdotte dal Dlgs 97/2016 prevedono il diritto di accesso civico semplice, cioè la possibilità di richiedere documenti, dati o informazioni che pur essendo oggetto di pubblicazione obbligatoria sul sito istituzionale, non siano stati pubblicati. È inoltre previsto l'accesso generalizzato a tutti gli altri dati.

Le domande di accesso civico semplice o di accesso civico generalizzato devono essere inviate al Direttore dell'Archivio di Stato di Bologna, indicando i dati previsti nei moduli Richiesta di accesso civico semplice e Richiesta di accesso generalizzato.

Le richieste possono pervenire attraverso le seguenti modalità:
- posta ordinaria: richiesta inviata all'indirizzo Archivio di Stato di Bologna, P.zza de’ Celestini, 4 – 40123  Bologna;
- a mano: richiesta recapitata all'Archivio di Stato di Bologna, P.zza de’ Celestini, 4, - 40123 Bologna, Segreteria – dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00;
- via fax: richiesta inviata al n. 051-220474;
- via posta elettronica: richiesta inviata all'indirizzo: as-bo@beniculturali.it;
- via posta elettronica certificata: richiesta inviata all'indirizzo: mbac-as-bo@mailcert.beniculturali.it

In caso di invio telematico la richiesta è valida se presenta una delle seguenti caratteristiche:
- sottoscrizione del richiedente e copia del documento di identità in allegato;
- trasmissione attraverso posta certificata del richiedente;
- sottoscrizione digitale;
- identificazione del richiedente con SPID (sistema pubblico identità digitale) o carta d'identità elettronica o carta nazionale dei servizi.

Al momento della presentazione della richiesta sarà rilasciata una ricevuta che indica il numero di protocollo e il termine, non superiore a 30 giorni, entro il quale sarà inviata la risposta con provvedimento motivato.
Per ogni richiesta di accesso generalizzato l'Amministrazione provvederà a verificare la presenza di eventuali controinteressati che saranno informati e potranno opporsi al provvedimento entro 10 giorni.
In caso di risposta negativa all'istanza di accesso generalizzato o di mancato rispetto dei termini previsti il richiedente potrà avanzare una richiesta di riesame ai sensi dell'art. 5, c. 7, del d.lgs 33/2013, indicando i dati presenti nel modello Richiesta di riesame.
Sulla richiesta di riesame deciderà il responsabile della trasparenza con provvedimento motivato entro 20 giorni.