Immagine

Maria Anna Bonaparte, detta Elisa (Ajaccio, 1777 – Trieste, 1820) (1), sorella di Napoleone e moglie del capitano corso Felice Baciocchi, era divenuta nel 1809 granduchessa di Toscana. Fuggita da Firenze alla caduta del fratello, dopo aver peregrinato tra Genova, Torino e la Francia, giunse a Bologna, dove, prima di recarsi a Vienna, si trattenne per un breve periodo, ospite del conte Antonio Aldini. A lui la principessa affidò il patrocinio dei propri interessi, fortemente colpiti dal sequestro di tutti i suoi beni, seguito alla perdita del ducato toscano. L’Aldini era a sua volta a Vienna durante il congresso del 1815, per sostenere le ragioni di Bologna e tentare di impedirne la restituzione al dominio pontificio. In quell’occasione si adoperò in ogni modo in favore di Elisa, nonostante l’atteggiamento ostile del governo austriaco e del Metternich in particolare (2), ma, per quanto solerte e zelante fosse il suo impegno, non riuscì mai nell’intento se non in minima parte. Nel frattempo la principessa era tornata a Bologna e ancora una volta il conte Aldini, rientrando anch’egli da Vienna, le offriva i suoi servigi «dans cette dernière ville, fort heureux si je peus en quelque sorte les lui rendre utiles. Daignez donc Madame en profiter sans reserve» (3). Ma, nel marzo del 1815, Elisa, costretta dalle truppe imperiali ad abbandonare repentinamente Bologna e la sua famiglia, fu condotta in Austria. A nulla valsero l’impegno e le premure del conte Aldini, che anche in questa circostanza tentò invano di ottenere alla principessa il permesso di rientrare nella città emiliana. Ella credette, esiliato il fratello a S. Elena, di poter finalmente realizzare il suo desiderio, ma il governo austriaco le concesse solo di stabilirsi a Trieste, dove infine visse fino alla morte.

1
. F. GIORGI, La villa Baciocchi ora Cacciaguerra a Belpoggio presso Bologna. Notizie della vita bolognese nella prima metà del sec. XIX, Bologna, Stabilimento A. Cacciari, 1910.
2. Antonio Aldini ad Elisa Baciocchi, Vienna, 26 maggio 1815 (Archivio di Stato di Bologna, Aldini, b. 8-9, “Affari dell’ex granduchessa di Toscana principessa Elisa Bonaparte, del principe Baciocchi e dell’ex re di Westfalia Girolamo Napoleone, trattati dal conte Aldini a Vienna durante il congresso dei sovrani alleati”).
3. Antonio Aldini ad Elisa Baciocchi, Vienna, 23 settembre 1815 (ibidem).


Torna a Scritture al femminile