Immagine

In questa sezione sono raccolti altri, particolari manoscritti. Questi ulteriori esempi evidenziano la varietà di culture e di lingue che contraddistinguono la vita europea, ricca di scambi e di apporti, durante tutto il Medioevo: provenzale, sia in lingua d’oc che in lingua d’oïl, greco ed ebraico.

 

Didascalie
30. Canzoniere provenzale, frammento di codice del sec. XIII, mm 390x630, in provenzale (occitanico o lingua d’oc).
31. Pierre Bersuire, (ultimi anni del sec. XIII - † 1362), Livre de Tytus Livius de hystoire roumaine, frammento di codice del sec. XIV, mm 310X460, in antico francese (lingua d’oïl).
32. Frammento di codice greco smembrato e utilizzato per rivestire un registro cartaceo in una bottega locale di legatore durante il nono decennio del XVI secolo, in greco.
33-34. Frammenti di codici biblici con ornamentazioni a  motivi floreali, figure di animali e scrittura micrografata. Dai libri dei Salmi, Ruth, Esodo, Levitico (secc. XIII-XIV), in ebraico.