Immagine

Questa sezione raccoglie alcuni interessanti frammenti in volgare, fra cui una notevole attestazione della L'Acerba di Cecco d'Ascoli, anch'esse staccate da vari registri archivistici nel corso degli anni. L'evoluzione della scrittura in questo caso va dalla minuscola cancelleresca all'umanistica del secolo XV.


Didascalie
23. Francesco Stabili noto come Cecco d’Ascoli (1269-1327), L’Acerba, definita anche come Anti Commedia frammento di codice di produzione bolognese del sec. XIV, scritta in terzine accoppiate (ABA,CBC), mm 300X425, in volgare.
24. Dante Alighieri (1265-1321), Inferno, frammento di codice del sec. XIV, terzina dantesca o incatenata (ABA,BCB ... YZY Z), mm 340x440, in volgare (lingua di sì).
25. Dante Alighieri (1265-1321), Paradiso, frammento di codice in cancelleresca del sec. XIV, mm 335x490, in volgare.
26-27. Dante Alighieri (1265-1321), Inferno e Paradiso, frammenti di codice in cancelleresca del sec. XIV, mm. 340x490, 350x105, in volgare.
28. Dante Alighieri (1265-1321), Inferno e Purgatorio, frammenti di codice in  cancelleresca del sec. XIV, mm 340x50, in volgare.
29. Volgarizzamento di storia romana, il testo è relativo alle guerre civili dal consolato unico di Pompeo (52 a.C.) alla sua morte per il tradimento di Tolomeo su consiglio di Teodoto  in Egitto (48 a.C.), frammento di codice in umanistica del sec. XV, mm 340x480, in volgare.